Card. Pell: il foro interno non può distorcere l’insegnamento della Chiesa

card.-George-Pell-SydneyIl cardinale Pell ha recentemente tenuto una omelia in occasione della festa dell’antica basilica di S.Clemente a Roma lo scorso 23 novembre. Quello riportato di seguito è un passo dell’omelia che si riferisce al Sinodo appena concluso.

“Alcuni hanno voluto dire, sul recente Sinodo, che la Chiesa è confusa e confusionaria nel suo insegnamento sulla questione del matrimonio. Non è questo il caso. La dottrina della Chiesa su sessualità, matrimonio e famiglia continua ad essere basata sull’insegnamento proprio di Gesù circa l’adulterio e il divorzio; l’insegnamento di San Paolo sulle disposizioni adeguate per ricevere la comunione resta fondamentale sulla controversa questione dell’impossibilità di dare la comunione anche ai divorziati civilmente sposati. Una tale “possibilità” non è nemmeno citata nel documento sinodale.

Ora attendiamo l’esortazione apostolica del Santo Padre, che esprimerà ancora una volta la tradizione essenziale della Chiesa e sottolineerà che l’appello al discernimento e al foro interno può essere utilizzato solo per comprendere meglio la volontà di Dio, come insegnato nelle Scritture e dal magistero, e non può mai essere utilizzato per disprezzare, distorcere o confutare l’insegnamento stabilito dalla Chiesa.”