Mons. Chaput: I dubia vanno affrontati in modo onesto e diretto

cardinali-4«Se il documento [Amoris laetitia, ndr] contiene elementi che alcuni studiosi cattolici seri vedono come ambigui, i problemi che sollevano devono essere affrontati in modo onesto e diretto». Lo ha detto il vescovo di Philadelphia, monsignor Charles Chaput, rispondendo a una domanda del Catholic World Report a proposito dei dubia sollevati da quattro cardinali in merito all’interpretazione del capitolo VIII dell’esortazione apostolica.

In un contesto come quello del mondo occidentale, dove «la cultura non è amichevole con il Vangelo», i cristiani si confrontano con «confusione e mancanza di chiarezza» sui temi del matrimonio, della famiglia e l’identità sessuale. E bisogna ricordare che «l’ambiguità circa la comunione ai divorziati risposati civilmente impatta sulla nostra comprensione non di uno, ma di due sacramenti: il matrimonio e l’eucaristia».

«I nostri orientamenti diocesani per Amoris laetitia, emessi a luglio, sono emersi da una consultazione molto approfondita. E sono stati bene accolti. Altri vescovi hanno preso misure simili, e spero che altri facciano lo stesso. E’ responsabilità del vescovo locale governare e insegnare».