Mons. Oster rifiuta le richieste dello Zdk

Il vescovo di Passau in Germania è un giovane salesiano nominato in diocesi da Papa Francesco circa un anno fa. Con un lungo intervento pubblicato su Facebook risponde punto per punto alle richieste di “rinnovamento” che sono piovute su Roma dal Comitato centrale dei cattolici tedeschi (ZdK). Fra le “novità” avanzate dal comitato in vista del Sinodo ricordiamo quelle di poter benedire in chiesa le coppie omosessuali e le coppie divorziate risposate.

A questo proposito mons. Stefan Oster, secondo quanto riporta Le Salon Beige, interviene sottolineando che il discorso dei “valori vissuti” o dei “segni dei tempi” non è sufficiente a rovesciare un insegnamento di 2000 anni che si basa sulla Rivelazione. “Gesù Cristo”, ricorda il vescovo, “non è un “valore”, ma la stessa Parola di Dio”.

Lo scorso settembre mons. Oser aveva già pubblicato un testo contro quelli che oppongono abusivamente la legge alla misericordia, a volte citando indebitamente lo stesso Papa Francesco.

Per queste sue posizioni pare che il vescovo di Passau sia divenuto oggetto di una serie di interventi indignati, alcuni dei quali pubblicati sul sito finanziato dalla Conferenza Episcopale tedesca, katholisch.de

Nel frattempo i suoi confratelli vescovi, che non hanno fatto sentire la loro voce di fronte alle richieste “innovative” della Zdk, rimangono in un loquace silenzio.