Vescovo di Fiesole: Amoris laetitia è un punto di non ritorno

meiniSi è svolta a Loppiano (FI) la giornata organizzata a dalla Commissione regionale di pastorale familiare della conferenza episcopale della Toscana.

Il settimanale Toscana oggi riporta, tra l’altro, le conclusioni del vescovo di Fiesole Mario Meini (nella foto), delegato della Conferenza episcopale toscana per la pastorale della famiglia. «Dopo una giornata del genere però – ha affermato Meini – non si possono fare conclusioni, non c’è niente che si chiude, c’è piuttosto un impegno da rilanciare a tutti i livelli». Amoris Laetitia, ha sottolineato il vescovo, «è un punto di non ritorno: non possiamo pensare che sia un momento passeggero nella vita della Chiesa. Quando il Papa parla, si ascolta, ci si mette in discussione e si cerca di convertirsi. Ci è chiesta una conversione pastorale che richiede anche una conversione spirituale: lasciare che lo Spirito Santo ci trasformi per acquisire quello “sguardo di Gesù” che ci viene richiesto».